Quali Sono I Fattori Che Influenzano Il Posizionamento Organico Nel 2018 ?

Quotidianamente ho occasione di vedere come si muove il Posizionamento Organico dei vostri siti e devo dire che,
in questi ultimi 6 mesi sto notando una crescente fluttuazione del ranking dei vostri siti e una maggiore difficoltà nello stabilizzare
il Posizionamento Organico sulle Keywords selezionate.

Volevo quindi fare qualche considerazione su quali sono i principali fattori di ranking per il Posizionamento Organico nell’anno 2018.

Premessa importante: il Posizionamento Organico, non è più una cosa semplice come 10 anni fa quando bastava fare una attività
scrupolosa di ottimizzazione del sito (On-Page SEO) per ottenere dei buoni risultati, ma ora è dovuto a diversi contributor di cui fanno
parte ad esempio i Social Network.

Dobbiamo anche aggiungere che, gli aggiornamenti dell’algoritmo di Google sono diventati più frequenti: alcune volte i nostri siti vengono
impattati positivamente, altre volte negativamente e a volte rimangono indifferenti.

Parliamo, come al solito, principalmente di Google perchè, a differenza degli Stati Uniti in cui il volume di ricerca è un po più
distribuito fra i vari MdR, in Italia Google raccoglie il 94 % di tutte le ricerche.

Fatta questa doverosa premessa, oltre le normali attività di SEO (On-page SEO, link building etc.), e premesso che alcuni fattori esulano
dalla mia responsabilità
(es. qualità del servizio di hosting da voi scelto), quali sono i nuovi fattori che influenzano maggiormente
il Posizionamento Organico nell’anno 2018?

Vediamone alcuni:

  • sito realizzato con struttura RESPONSIVE, friendly per dispositivi mobili (più del 50 % delle ricerche avvengono da dispositivi mobili con trend in aumento)
  • velocità di download del sito e di conseguenza qualità dell’hosting fornito dal vostro provider
  • migrazione al protocollo sicuro HTTPS (evitare la notifica NON SICURO nella barra degli indirizzi del browser, sia esso Chrome, Firefox etc.).
    Come avrete sicuramente notato è stata rilasciata la versione di Chrome che marca come NON SICURO le pagine che non sono su protocollo HTTPS
  • altri fattori di rankling molto più tecnici di cui vi parlerò in una prossima email

Nel caso in cui non sia vostra intenzione adeguarvi a questi nuovi fattori di RANKING di Google anche dopo tutte le mie proposte di adeguamento,
(peraltro posizione rispettabilissima), siate almeno preparati in un prossimo futuro ad un possibile peggioramento del Posizionamento Organico del vostro sito.

Volevo chiudere con una citazione che riassume, in generale, quale sia la ragione principale del fatto che il Posizionamento Organico sia
un lavoro progressivo nel tempo e non una-tantum:

The reason why ethical SEO professionals don’t offer guarantees is simple: We don’t control Google.

che tradotto significa:

La ragione per cui il SEO professionale fatto in modo etico* non offre garanzie è semplice: Noi non controlliamo Google
(fatto cioè senza tentare di ingannare il motore di ricerca)

Mi aspetto da voi considerazioni, suggerimenti e, nel caso in cui ci sia qualcosa che non è chiaro, non esitate a contattarmi

Email Marketing: come, quando e quanto

Secondo le ultime statistiche, il 54% delle attività commerciali categorizzate come SMALL BUSINESS
possiede un sito web.

Il nostro sito Web è il nostro biglietto da visita verso i nostri Clienti e più è tenuto aggiornato con novità dell’Azienda,
nuovi prodotti, nuova struttura aziendale, manuali, brochure o altro, più alta sarà la possibilità che possiamo destare
interesse verso i nostri potenziali Clienti.

(altro…)

Il protocollo HTTPS: è veramente un fattore di RANKING per Google?

Noi in qualità di SEO/webmaster, abbiamo i domini monitorati con un servizio di Google che ci tiene informati sullo stato di salute del dominio.

Ultimamente abbiamo ricevuto una notifica da parte di questo servizio di Google dove siamo stati informati che,
a partire dal mese di Ottobre con il rilascio della versione 62 del browser CHROME, tutti i domini che non utilizzano
il protocollo HTTPS e hanno delle pagine in cui il visitatore inserisce dei dati (come ad esempio i siti realizzati in WordPress dove nel pannello di accesso si richiede una password o il form dei contatti) verranno segnalati come NON SICURI.

Cosa è il protocollo HTTPS :
se analizziamo per esteso l’indirizzo di un sito web troviamo che è :

http://www.miosito.it (vedi allegato)

Se invece facciamo riferimento ad un sito di e-commerce possiamo vedere che l’indirizzo completo è:

https://www.miosito-ecommerce.it (vedi allegato)

(altro…)

Ma la Ricerca a Pagamento funziona?

Un altro dei canali di web marketing con dei buoni rapporti costo/ritorno sull’investimento è
quello della Ricerca a Pagamento o PPC Pay per Click (paga per ogni Click)

Possiamo facilmente affermare che, il servizio più importante in questo settore è Google AdWords (anche se
esistono anche su BING, Facebook, etc.) e gli annunci correlati sono quelli che vengono mostrati nella
pagina dei risultati di ricerca nelle prime 4 posizioni in alto e nelle ultime 3 posizioni in basso e sono identificati
con una etichetta verde ANN.

Vantaggi della ricerca a pagamento:

– velocità di posizionamento : in questo momento apriamo un account in Google AdWords, nel giro di mezza
giornata il nostro annuncio appare nei risultai di ricerca (in quale posizione e che con che frequenza dipende
da diversi fattori)

(altro…)

Come possiamo migliorare la visibilità sul Web

Penso che ormai sia abbastanza chiaro per tutti voi cosa è/cosa fa la figura del SEO e cioè le persone
come me che hanno come compito di aumentare (tramite canali diversi) la visibilità del vostro sito.

L’industria SEO è composta da centinaia di migliaia di persone che, tramite tentativi ed errori, cercano di
migliorare il ranking sui Motori di Ricerca (Google in primis).

Questo perchè, l’algoritmo che decide il posizionamento sui motori, non è dato a conoscere.

Premesso questo, ci sono però alcuni paletti che possiamo fissare per aiutare il nostro sito a posizionarsi meglio
su questi motori :

1) Qualità dell’hosting:
Un fattore che sta diventando rilevante per Google per l’assegnazione del RANKING è quello della
velocità di download (scaricamento sul nostro dispositivo) del sito.
Dovete quindi valutare la possibilità di avere un hosting di qualità superiore, magari spendendo qualcosa in più per
il canone annuale di questo servizio

(altro…)